Menu

Play Off / VADESE - Isola di Fano 2 - 0

  • Categoria: Prima Squadra
  • Pubblicato Domenica, 19 Maggio 2019 19:24
  • Scritto da redazione
  • Visite: 141

Sant'Angelo in Vado 19.05.2019

Urbania - Sul neutro di Urbania, ci sono voluti ben 120 minuti per decretare il vincitore del play off tra le seconde forze dei gironi A e B di seconda categoria Marche.
La Vadese si è imposta per 2 a 0, dopo un lungo duello di fronte ad una contendente coriacea, l’Isola di Fano, realtà giovane e attrezzata, domata solo dal gol del raddoppio.
La società del patron Salvi, mantiene così alto il trend stagionale, dopo aver vinto la Coppa Marche e ottenuto un importante secondo posto nel proprio raggruppamento forte del distacco di ben 18 lunghezze sulla terza piazza, distanza che ha condotto i giallo rossi direttamente allo scontro diretto di Urbania.

Lulli è partito con Rossi tra i pali, Coccini Ingegni Maciaroni e Vlavonou nella linea difensiva. A centrocampo spazio agli esperti Arcangeli e Belpassi con Michael Rosetti e Ugolini. Più avanzati Bruscaglia e Ramaioli.

Davanti a una splendida cornice di pubblico, meritevole di palcoscenici ben superiori e per gran parte di fede vadese, i giallo rossi sono partiti a spron battuto, sfiorando il vantaggio in tre limpide occasioni, arginate dal portiere avversario e dalla traversa.

L’Isola di Fano ha risposto in un paio di occasioni, colpendo un legno nel finale dei primi 45 minuti.

Tra i fanesi buone le prove dell’ex Cavalli e del colored Mendy, assieme componenti di una coppia di attacco insidiosa e ben assortita.

Nella ripresa da segnalare un’azione finalizzata dalla testa di Ramaioli, che si è visto respingere miracolosamente la sfera da un intervento del portiere bianco azzurro.

Lulli ha messo nella mischia anche l’esperto bomber Baldelli, il quale non si è fatto attendere, colpendo la traversa grazie a una precisa incornata, con la palla che ha poi sbattuto sulla riga, non entrado in rete per un niente.

Il solito Mendy, ha provato nuovamente a far male, trovando però un Rossi impeccabile nel chiudere ogni varco.

Nei tempi supplementari, con l'Isola di Fano rimasta in 10 proprio per l'espulsione di Mendy, la Vadese ha affondato i colpi, trovando le due segnature, una per tempo.

A sbloccare il match ci ha pensato Ingegni autore di una prestazione gagliarda. Il forte centrale vadese è stato il più lesto in mischia di testa ad anticipare compagni e avversari, regalando il tripudio ai propri supporter negli spalti.
Nel secondo tempo supplementare Michael Rosetti con una parabola chirurgica da grande distanza ha raddoppiato, chiudendo la pratica.
In mezzo alle reti vadesi, da segnalare un gol annullato per fuori gioco all’Isola di Fano

Al termine di questa lunga battaglia, è esplosa la festa giallo rossa tra la squadra ed i suoi calorossissimi ultras, arrivati nella vicina Urbania in massa.

Adesso sabato 25 maggio semifinale regionale con la Falconarese. Si giocherà sempre in campo neutro.

vadese 180519

( nella foto la festa giallo rossa al termine dei 120 minuti )

VADESE REGINA DI COPPE

  • Categoria: Prima Squadra
  • Pubblicato Lunedì, 22 Aprile 2019 17:20
  • Scritto da redazione
  • Visite: 276

Sant'Angelo in Vado 21.04.2019

La Vadese si aggiudica la Coppa Marche, al termine di un acceso incontro, andato in scena nella tana del Piceno United e vinto per 6 a 5 dopo la roulette dei calci di rigore.
Malgrado diverse assenze ( Rossi, Arcangeli, Morelli, Ingegni ) i giallo rossi hanno sempre mostrato coraggio e inventiva, specialmente nella seconda frazione, terminando i tempi regolamentari sul risultato di 2 a 2.
Unico neo di giornata, l’approcio alla gara, dove la Vadese è andata subito in svantaggio, quasi fosse ancora nel pullman in viaggio per scendere in terra picena.
Nel secondo tempo, la musica è cambiata; e la squadra di Sant’Angelo in Vado ha preso in mano la conduzione della gara.
Bruscaglia di rapina ha immediatamente ristabilito la parità, con una deviazione sotto porta.
Baldelli si è visto poi annullare uno splendido gol di testa per un dubbio fuorigioco.
I Padroni di casa nell’unica occasione della ripresa, tornano in vantaggio dopo che un tiraccio dalla distanza caratterizzato uno strano effetto finisce alle spalle di Fini.
La Vadese non demorde, anzi aumenta il forcing, e dopo una bella trama Rosetti Vlavonou, crea la chance per il secondo pareggio.
Grassi Enrico sporca in area l’invito da sinistra di Rosetti, si avventa sulla sfera Bruscaglia come un rapace e il 2 a 2 è servito.
A seguire su azione fotocopia, ancora Bruscaglia in una splendia torsione, spara verso i palli avversari, mancando la tripletta di un soffio.
Prima della fine dei 90, Baldelli, Rosetti Michael e Ramaioli sfiorano la rete, non evitando i rigori; cosicchè il Piceno United sostituisce il portiere in vista della roulette finale, ma il protagonista tra i pali sarà ben altro.

Ed infatti l’eroe sarà il numero uno vadese Alessandro Fini, figura fondamentale in questa finalissima con due rigori parati agli avversari, mentre un tiro si stampa sul palo alla sua destra.

A segno per la Vadese vanno Baldelli, Bruscaglia, Ramaioli. Falliscono invece dal dischetto Rosetti Michael, tiro finito a lato e Zaaraoui, conclusione parata dal portiere ascolano.
Il penalty decisivo tocca a Vlavonou, il quale freddamente spiazza il portiere, facendo esplodere la gioia giallo rossa, proseguita poi fino a tarda notte anche a Sant’ Angelo in Vado.
Un bel successo a conferma dell’ottima stagione disputata dalla squadra del Presidente Salvi, principale fautore della rinascita del leone giallo rosso.
Per la cronaca, la Vadese riporta in bacheca un trofeo dopo 15 anni.
L'ultima coppa era del 2004. Guidata da Bravi, la Vadese di allora aveva vinto la Coppa Marche di Prima Categoria, e nello stesso tempo il campionato conquistando la Promozione.

Solo coincidenze, ma sempre segnali positivi per Lulli e la sua truppa.

Altro dettaglio, di quella rosa facevano parte un giovanissimo Cesare Pagliardini e il bomber capitano Andrea Baldelli, presenti anche nella vittoria di Ascoli.

coppa vadese

( nelle immagini da sinistra il Presidente Salvi festeggia con la squadra e la foto di gruppo con la Coppa Marche )

 

VADESE - Montecchio 1 - 0

  • Categoria: Prima Squadra
  • Pubblicato Sabato, 27 Aprile 2019 19:27
  • Scritto da redazione
  • Visite: 236

Sant’Angelo in Vado 26.04.2019


VADESE: Fini, Casciana, Coccini (Maciaroni 66'), Arcangeli, Ingegni, Cappellacci, Pagliardini (Ramaioli 60'), Zaaraouii (Grassi E.46'), Litti, Ugolini (Bruscaglia 50' ), Baldelli (Rosetti M. 73'). All.Lulli

Montecchio: Rossi, La Casa, Pensalfini, Gueye, Federici, Gemianini, Batelli, Della Betta, Mbaye, Giovanelli, Gambini. All.Tei

Arbitro: Ubaldi di Pesaro

Reti: Litti 81'

Sant'Angelo in Vado - Ultima gara di calendario al Ceccarini, ma soprattutto passerella per la squadra del Presidente Salvi, per Andrea Baldelli con tanto di erede, e per i partecipanti alla stupenda esperienza vissuta in Academy Cup, evento organizzato dal Perugia calcio nella settimana pasquale.
Oggi meritatamente I protagonisti sono loro: la Vadese che mostra ai propri tifosi la Coppa Marche, Baldelli pluriomaggiato per i suoi 300 gol in carriera; Il tutto arricchito dal contorno dei ragazzini del settore giovanile principali attori nel pre match con la disputa di un mini torneo, accompaganti dai Mister Bruscaglia, Maciaroni, Bravi, sotto l’attenta direzione del coordinatore Francesco Principi.
Una fantastica giornata, a dimostrazione della crescita continua di una Vadese vogliosa di riscatto in tutti i suoi settori.
Già programmato per Domenica 9 Giugno il torneo che vedrà all’opera ben 12 formazioni giovanili, categoria Primi Calci, in una competizione che avrà lo Stadio Ceccarini come principale scenario, mentre altre sorprese bollono in pentola.
Riguardo la partita, è arrivata l’ennesima vittoria casalinga, esattamente la tredicesima, per merito del giovane Alex Litti al secondo centro in campionato, il quale a dieci dalla fine, ha sfruttato al meglio l’assist di Ramaioli, per battere di destro il portiere ospite.
Per il resto spazio ai giovani nella formazione iniziale. Al termine bel momento di convivenza tra le due squadre, le dirigenze, l’amministrazione comunale e i tifosi, tutti assieme uniti in un rinfresco offerto dalla Vadese calcio.

Dalla prossima settimana Lulli e la sua banda proseguiranno negli allenamenti cercando di tenere alta la concetrazione e migliorare la condizione fisico atletica in attesa di conoscere l'avversario proveniente dai play off del girone B, da affrontare nel week end tra il 18 e il 19 Maggio, per poi concludere una stagione già ricca di soddisfazioni.


vadese 250419

nelle immagini in alto da sinistra:

la Vadese mostra i suoi trofei -  i ragazzi del vivaio - Alex Litti match winner - il Ds Piccinini dona un pallone d'oro a Baldelli per i 300 gol - Ancora omaggi dei tifosi e compagni per il Capitano - Bruscaglia alza la targa premio donata dal Perugia - il dopo gara tutti uniti dai colori giallo rossi 

Finale di Coppa e Super Torneo Academy A.C.Perugia - la VADESE non si ferma mai

  • Categoria: Prima Squadra
  • Pubblicato Venerdì, 19 Aprile 2019 13:24
  • Scritto da redazione
  • Visite: 141

Sant'Angelo in Vado 18.04.2019

Sabato 20 Aprile la Vadese sarà in campo nella finale di Coppa Marche ad Ascoli Piceno contro il Piceno United.

I ragazzi di Lulli seppur con alcune defezioni, cercheranno sicuramente l'impresa, dopo la lunga e brillante cavalcata delle qualificazioni.

Strana la formula che non preveda un campo neutro, ma ancor più strana la giornata del Sabato pre pasquale, decisa per la disputa dell'incontro, malgrado le richieste della dirigenza giallo rossa di trovare una data alternativa, visto il periodo festivo.

Comunque vada, la VADESE onorerà la competizione fino alla fine, e ciò è il maggior merito del team del patron Salvi.

Intanto i ragazzi del vivaio giallo rosso CATEGORIA PULCINI 2008-09 hanno iniziato il grande torneo organizzato dal PERUGUA CALCIO, ovvero l'ACADEMY CUP 2019, che gli vedrà impegnati in una fantastica tre giorni, da Giovedì 18 a Sabato 20 Aprile.

54 squadre partecipanti, giocheranno nei nove campi sparsi per tutta l’Umbria: Tavernelle, Umbertide, Collepepe, Spello, Bevagna, Nocera Umbra, Orvieto, Passignano, San Fatucchio.

Sabato 20 aprile allo stadio Renato Curi di Perugia, si svolgerà la fase finale.
Prima delle gare avrà luogo la sfilata delle squadre che entreranno in campo dai quattro angoli dello stadio, sventolando le bandiere delle proprie società, mentre verrà letta la promessa del giovane calciatore.

A dare il benvenuto ai tanti ragazzi sarà Massimiliano Santopadre Presidentissimo del Perugia.
Poi alcuni calciatori della prima squadra scatteranno fotoricordo con i ragazzi.

Da sottolineare la presenza del direttore generale A.C. Perugia Calcio e direttore del progetto Academy, Mauro Lucarini, in pratica il deus ex macchina della manifestazione e della ristrutturazione del vivaio del Grifo, e promotore con il DS Piccinini e il Presidente della Vadese Salvi del fresco matrimonio bianco rosso giallo.

academy cup 2019

( nelle immagini i Leoncini Giallo Rossi all'Accademy Cup Perugia )

  

control card montegauno creativebor-banner